Seleziona una pagina

Bologna, la galleria che ospita le vestigia del Teatro Romano torna protagonista

Gli spazi che fanno da cornice al Teatro Romano, restituiti alla città nel 2019 dalla società ML 6.48 srl, sono stati scelti per il 2021 da SEF Virtus per organizzare l’evento dedicato ai 150 anni, questo è il primo di una serie di eventi già programmati per i prossimi mesi.

Scopriamo di più su eventi e progetti in programma.

Il primo evento #Virtus150

Il primo Teatro Romano in pietra e la società sportiva più antica d’Europa, SUM VIRTUS/VIRTUS SUM.

La struttura, dopo 20 anni di oblio è stata riaperta da Monika Petrelli e Maurizio Ciracò ideatori del Progetto SUM che racconterà i territori italiani attraverso l’arte, l’artigianato, la cultura enogastronomica e le tradizioni che ogni regione racchiude in sé.

L’Emilia Romagna è terra di grandi tradizioni, una di queste è lo sport, la prima società di educazione fisica SEF Virtus è nata a Bologna. Per tale motivo la direzione di SUM ha deciso di ospitare, negli spazi in via di ristrutturazione, i festeggiamenti per i 150 anni dalla nascita, dopo la chiusura imposta dal governo.

Sef Virtus, nata il 17 gennaio 1871, è da sempre un simbolo per la città di Bologna. Fondata come società ginnica è diventata nel corso degli anni una polisportiva di successo. Ad oggi conta sette sezioni sportive – atletica, baseball, basket, tennis, calcio, ginnastica e scherma – di cui la Virtus Pallacanestro rappresenta la punta di diamante.

Diversi i primati, nazionali ed internazionali, che la Sef può vantare: ad esempio la prima donna italiana, Ondina Valla, a vincere la medaglia d’oro alle Olimpiadi, gli 80 metri ostacoli a Berlino 1936.

Un evento al mese al Teatro Romano

La città è chiamata a festeggiare l’importante compleanno – che cade il 17 gennaio 2021 – con un ricco calendario eventi caratterizzato da un’interessante partnership tra la Sef e SUM – Teatro Romano Bologna (tutto il calendario è disponibile su www.virtus150.sport).

La mostra dedicata alla storia di SEF Virtus è il primo di una serie di eventi già programmati all’interno dello spazio per i prossimi mesi.

La parola d’ordine all’interno dello spazio è Sinergia!

La struttura è oggetto di un ambizioso restyling che, grazie al crowdfunding immobiliare, permetterà ai fruitori dello spazio di partecipare a visite guidate con un viaggio (sia fisico che virtuale) che va dall’88 a.C. ai giorni nostri, partecipare ad un aperitivo o fare colazione nella caffetteria posizionata all’ingresso della struttura o partecipare a meeting, riunioni o work-shop nelle sale allestite con tutti i confort, anche quelli tecnologici di ultima generazione.

Teatro Romano di Bologna

Sport e cultura per raccontare l’eccellenza italiana

La riapertura di un luogo simbolo di storia e cultura – ovvero della galleria che ospita le vestigia dell’antico Teatro Romano – e una partnership importante, come quella stretta con la Sef Virtus in occasione dei suoi 150 anni, rappresentano un messaggio importante, per cittadini e aziende, in un momento di grande sofferenza per la cultura e l’economia.

Lo conferma Monika Petrelli, imprenditrice e fondatrice – insieme al marito ed imprenditore Maurizio Ciracò – del progetto SUM (acronimo di Sinergia, Unicità, Memoria) e della società ML 6.48.

Raccontare l’Italia attraverso le sue eccellenze – cibo, musica, arte, moda, design… – è da sempre il nostro obiettivo”, spiega Monika Petrelli. “In questo caso lo facciamo attraverso lo sport. Siamo orgogliosi della partnership con la Sef, nata grazie all’interesse mostrato dal giornalista Luca Corsolini (responsabile degli eventi celebrativi di #Virtus150, ndr) verso una struttura di sicuro appeal come il Teatro Romano”.

Crowdfunding immobiliare e realtà aumentata per il rilancio del Teatro Romano

Attualmente Petrelli e Ciracò sono impegnati proprio nell’ambizioso progetto di rilancio del Teatro Romano di via Carbonesi, progetto nato nel 2008 dopo diverse manifestazioni organizzate all’estero per le piccole imprese artigiane italiane e presentato ufficialmente alla cittadinanza lo scorso dicembre attraverso una conferenza stampa.

Anche in questo caso la parola d’ordine è: sinergie. È Build Lenders, infatti, a gestire il piano di ristrutturazione edilizia attraverso un progetto di crowdfunding immobiliare coinvolgente ed accessibile.

Privati e aziende, infatti, possono partecipare con un investimento minimo di 300 euro, ricevendo in cambio rendimenti da far invidia a molti altri strumenti finanziari e l’accesso a numerosi benefit.

Siamo disponibili per visite su appuntamento, per mostrare le potenzialità di questa struttura e fornire tutte le informazioni relative al progetto”, ricorda Monika Petrelli che aggiunge “La cultura sta all’Italia come il petrolio sta agli emirati. La cultura non inquina, rende liberi, è inesauribile, rafforza le radici di ogni popolo. Investire in cultura vuol dire investire nell’oro nero italiano”.

Durante il 2021, inoltre, la tecnologia consentirà di viaggiare nel tempo, per scoprire storia e bellezza del Teatro Romano, anche a chi vive molto lontano o, più semplicemente, a chi non può spostarsi a causa delle misure anti-Covid.

Teatro Romano di Bologna

Visite guidate in streaming, app e sito dedicato

Strategiche, in questa direzione, sono le partnership con Vection Technologies, multinazionale specializzata in soluzioni tecnologiche di realtà virtuale ed aumentata, e con altre aziende leader del settore hi-tech.

Entro la primavera, innanzitutto, dovrebbero prendere il via le visite guidate in streaming, a cui accedere attraverso un sito web dedicato già attivo: www.teatroromanobologna.com.

Il personale della struttura di via Carbonesi, munito di dispositivi di ultima generazione, guiderà il visitatore tra passato, presente e futuro. Lo farà attraverso una ricostruzione virtuale in 3D sia del teatro che della Bologna di epoca romana.

Entro la fine del 2021, inoltre, sarà sviluppata una app che renderà fruibile SUM in versione digitale. Le aziende che entreranno nella rete del valore avranno così a disposizione una vetrina a portata di smartphone per promuovere eventi e prodotti – attraverso il 3D, la realtà virtuale (VR), la realtà aumentata (AR) e fiere virtuali a tema – 365 giorni all’anno.

Un viaggio che parla di Storia, Cultura, Giovani e Tecnologia, che parte dall’88 a.c. e che ci proietta nel futuro, il motto di SUM, la storia ci porterà nel futuro.

Un motivo in più per scegliere di investire nel progetto che trasformerà gli spazi dell’antico Teatro Romano in una vera e propria galleria emozionale, polo della cultura e rete del valore.

Per saperne di più basta registrarsi su buildlenders.it.

Build Lenders: primo accordo in Italia con Cerved

Build Lenders: primo accordo in Italia con Cerved

Siglato un importante accordo che consentirà alla piattaforma di crowdfunding di avvalersi di una reportistica di alto livello per offrire ancora più trasparenza. Scorpi di più leggendo l’articolo

Build Lenders, un nuovo modo di investire

Build Lenders, un nuovo modo di investire

Chi è alla ricerca di un investimento nel mattone ma preferisce non rischiare troppo e cominciare con prudenza può trovare una risposta nel crowdfunding immobiliare: non servono grandi capitali, bastano 300 euro per iniziare, e gli interessi sono in media del 10%. I vantaggi sono notevoli